F i e r a d i m i l a n o .i t







 

Popolazione: 5.216 (2001)
Indirizzo: via Salvadori 1
Cap: 20042
Telefono: 0362/932441

 



 

   


Albiate sorge su quella parte di territorio chiamata “Groane”, termine lombardo che indica quel particolare tipo di terreno morenico che nel corso dei millenni ha subito un’alterazione chimico-fisica della ferrettizzazione. 
 Il suo nome, che nell’attuale forma è già citato fin dall’XI secolo, deriva forse da “Albius” nome gentilizio romano o da “alveolus” cioè alveo o conca (dialetto “albioeu” = pila per acqua). È evidente il riferimento al fiume Lambro, legato alla storia di Albiate, che scorre nella periferia est del paese. 
 Il ponte sul Lambro, costruito “in cotto” presumibilmente all’epoca della regina Teodolinda, attualmente non è più visibile. Si sa con certezza che almeno altri due ponti vennero spazzati via ad Albiate dalle piene del Lambro: il primo nel 1324 e l’altro nel 1799. In sostituzione di quest’ultimo, tra il 1801 e il 1803, su progetto di uno studioso di Zuccone di Tregasio, venne costruito un nuovo ponte. L’ubicazione del ponte, che fu portato un po’ più a nord rispetto al precedente, si dimostrò infelice e per la sua particolare struttura e per la mole ingombrante che ne faceva quasi una diga sulle acque del Lambro, con seri pericoli in caso di piene per le popolazioni della zona. Nel settembre 1963 si demolì il ponte risalente al 1803, in considerazione che anche nell’alluvione del giugno dello stesso anno era stato causa di danni ingenti. L’attuale ponte è stato costruito in precedenza, cioè nel 1960
 

      Da vedere:

   


Villa Campello

 

Ubicata a poche decine di metri dalla riva destra del fiume Lambro, Villa Campello prende il nome dalla località in cui sorge, il "Campello" appunto.

Il complesso recintato si estende per una superficie di 50000 metri quadrati, all'interno dei quali sono edificati anche un alloggio per il custode ed una casa colonica, oggi in disuso. Al parco si accede attraverso un viale alberato che incornicia la villa in una suggestiva scenografia, nella quale si possono ammirare monumentali esemplari arborei, tra cui faggi, tigli, ippocastani, araucarie e cedri. La villa è un edificio eclettico, dove stili architettonici molteplici ed estesi tra il Rinascimento fino al Neoclassico si fondono in un insieme nel complesso armonioso. L'edificio si sviluppa su...Continua

 

     Monumenti e Luoghi


Santuario di San fermo
Costruito nel 1600 conserva le reliquie del Santo, patrono del paese.
 

   
Piazza della Chiesa di
  S. Giovanni Evangelista
  

 Piazza de Grandi

 

  Palazzo Tomini


Manifestazioni

Sagra di San Fermo     9/12 Agosto
In passato non molto lontano la Sagra di San Fermo veniva considerata come la festa del raccolto:
la mietitura era finita da un pezzo; la trebbiatura era finita da poco.
I sacchi di grano facevano bella mostra sotto i portici delle cascine.
San Fermo era il traguardo di immani fatiche, di ansie e anche di speranze per una nuova feconda stagione.
San Fermo di Albiate era anche una meta ambita per una festa poetica, religiosa e popolare.