F i e r a d i m i l a n o .i t

 

 






 
Popolazione: 5.927
Indirizzo: piazza Cavour 3
Cap: 20030
Telefono: 0362/57701

   


Il Comune di Barlassina è in Brianza a soli 25 Km da Milano Ha una superficie: 2,97 Kmq., 5.927  abitanti (al 2001) e 200 Aziende. Sorge a 240 m. sul livello del mare in un'area collinosa inserita nel verde del Parco delle Groane

Feudo degli Arese dal XVII secolo, acquisto’ importanza sotto gli austriaci; dopo l’Unita’ d’Italia venne aggregata a Seveso, dal quale si distacco’ nel 1901, quando divenne Comune autonomo.

Situato nella Brianza fra Seveso e Meda, il Comune di Barlassina, è noto soprattutto per il valore e il rilievo della sua produzione artigianale nel settore mobiliero. La forte spinta all'industrializzazione che caratterizza il nostro secolo ha trasformato la sua economia essenzialmente agricola ed artigianale, modificando l'assetto sociale del territorio, senza però cancellare le caratteristiche che le sono proprie. Conta più di 200 aziende nelle attività industriali, commerciali ed artigianali.
 


      Da vedere:

   


Si hanno notizie della presenza a Barlassina di una chiesa dedicata a S. Giulio già nel XIII secolo da una citazione tratta dal Liber Notitiae Sanctorum Mediolani, "In barnaxina ecclesia sancti iulli". L'edificio caratterizzato nel passato da una pianta rettangolare con l'abside semicircolare, è stato trasformato, ristrutturato e restaurato in diverse occasioni tanto da perdere la sua primitiva struttura e da poggiarsi, oggi, su una pianta a croce latina, con l'aggiunta e la trasformazione di altari, dipinti, affreschi, cappelle. Di particolare valore artistico è la cappella della Madonna dell'Aiuto, una delle 4 cappelle superstiti, che contiene preziosissimi dipindi di Bernardino Luini raffiguranti immagini sacre, restaurata nel 1965. Ma questa parte antica e illustre è sopraffatta e dal grande spazio ottagonale che le fu aggiunto nel 1933 per soddisfare i bisogni religiosi di una popolazione cresciuta ed arricchita. Tale spazio, nel 1981, è diventato un cielo astratto intimamente permeato dalla luce che ne squarcia e ne modella gli spessori dipinto da uno dei più interessanti pittori astrattisti europei Valentino Vago, nato a Barlassina.

Di notevole pregio anche Palazzo Rezzonico, sede del Comune, edificio la cui parte centrale è stata costruita nel 500. Presenta sale con affreschi e cassettoni in legno che, a seguito di recente ristrutturazione, sono ritornati agli antichi splendori. Di notevole pregio anche i busti ed il bassorilievo raffigurante Papa Clemente XIII, al secolo Carlo Rezzonico, appartenente alla famiglia proprietaria dell'edificio.
 

   

     Monumenti e Luoghi

 


Palazzo Rezzonigo

 
La chiesa di San Giulio

 

Manifestazioni

 

31 gennaio
FESTA PATRONALE DI S. GIULIO PRETE
Cenone fra coloro che portano il nome del patrono e premiazione di cittadini illustri
con una statua lignea raffigurante il santo, eseguita dagli intagliatori locali

Seconda e terza domenica di settembre
FESTA DEL PAESE
tipica festa religiosa

Settimana antecedente la terza domenica di settembre
PALIO DEGLI ASINI E CURSA DI ASNITT    
   PROGRAMMA
Piazza, vie del centro e parco dell'ex Tiro a Segno
Si svolge la "Cursa di Anitt", una divertente gara che, ogni anno, ripropone l'asino come protagonista e atteso ospite della festa.
La si organiza dal 1982 ma è motivata da fatti e suggestioni che si riallacciano alla storia del Comune. Un aneddoto, che ci rimanda ai tempi in cui a Barlassina si effettuava il cambio dei cavalli delle diligenze che da Milano andavano a Basilea, racconta che, una volta, mancando i cavalli freschi furono attaccati alla carrozza degli asini; si suppone che sia stato questo fatto a dare al paese l'appellativo di "Paese degli Asini", ma non solo, anche il poeta milanese Carlo Porta, in alcuni suoi versi del 1810, ricorda i prosperosi allevamenti di asini che si trovavano a Barlassina.
Oltre alla gara, che si disputa fra le vecchie contrade dell'Acqua Colda, del Burghett, della Cascina S. Maria, del Fabbricun, della Fameta, del Louet, del Montoeu e della Polenta Pajroeu, viene organizzata una sfilata di carri e di costumi, fiere, ristori e giochi.

24 dicembre
VIGILIA NATALIZIA
Piazza
Presepe, pino natalizio, concerto di "Piva" e "Vin Brulè"