F i e r a d i m i l a n o .i t





 

Popolazione: 1729 (2001)
Indirizzo: via Duca Uberto 5 Cap: 20080
Cap: 20080
Telefono: 02/9050906

 

   


Parte di una guarnigione militare longobarda, fu nel medioevo sede di un monastero di Cluniacensi. Situato sulla sponda del Ticino, ha conservato alcune delle cascine tradizionali del territorio lombardo.

L’origine di Besate è molto simile a quella di tutti i paesi situati lungo l’antica Strata Merchatorum. Probabilmente fu un pagus di genti galliche, senz’altro una località abitata dai romani, come testimoniano i ritrovamenti di materiale di terra cotta e di monete dell'imperatore Nerva di epoca romana presso la Cascina Cantarana o le urne cinerarie rinvenute nei giardini dei nobili De Capitani. Purtroppo l’abbondante materiale archeologico ritrovato nel comune di Besate è andato quasi completamente disperso nonostante l'opera di ricerca di don Pietro Zanatti. Durante la dominazione longobarda furono confiscate le terre ai grandi “possessores” romani. I nuovi dominatori lasciarono vivere in questi luoghi i piccoli proprietari terreni e i loro coloni ai quali offrivano protezione in cambio di un terzo del raccolto. Intorno al XII secolo fu costruito il castello come in quasi tutti i villaggi prospicienti il Ticino in questa zona. In particolare si parla di un “Castelletum Motade” un presunto agglomerato di cascinali raccolti attorno ad un piccolo castello edificato a guardia di un porto ad uso delle barche traghettanti da una sponda all’altra del fiume persone, prodotti agricoli e altre merci. Non si sa se il piccolo porto era esistente fin dall’epoca romana, ma senz’altro i goti già  l’utilizzavano e i longobardi continuarono ad usufruirne. Pare che venne distrutto nel XIII secolo. Tra le più illustri casate di origine longobarda della zona va ricordata quella dei Da Besate, già documentata a partire X secolo. I resti dell’attuale castello risalgono all’età Viscontea. Di particolare importanza storica fu il monastero cluniacense di S. Pietro che sorgeva tra Besate e Campese , edificato mezzo secolo prima del più famoso Monastero di Morimondo. Alla fine del XII secolo il Comune di Besate soffrì a causa delle battaglie che si svolsero per il possesso di questi luoghi tra i Milanesi e i Pavesi. I primi, dopo una battaglia svoltasi il 10 maggio 1200 riconquistarono Besate, dopo che il figlio del Barbarossa se ne era appropriato nel 1191. Altra storica battaglia combattuta tra Besate e Casorate fu quella che oppose i Milanesi a Federico II, dopo la quale l’Imperatore fu costretto ad abbandonare la Lombardia. La storia di Besate diventa in seguito quella del Ducato di Milano. 

 

     Da vedere:

   


Piazza Don Pietro Zanatti 

Antica e suggestiva piazza dedicata al parroco che svolse a Besate la sua opera per più di un quarto di secolo, a partire dal 1901, ad un lato della quale si erge la bella  Chiesa Parrocchiale di S.Michele Arcangelo. La piazza ricorda chiaramente il centro cittadino medievale, elevata su una collinetta, cinta attorno dalle mura della vecchia Villa Visconti di Modrone, dove una volta si trovava il castello appartenente in principio ai potenti capitani Da Besate

Villa Visconti di Modrone
La villa venne edificata sui resti di precedenti fortificazioni risalenti prima al periodo longobardo e poi al periodo comunale. Abitata dai Capitani del luogo, i Signori Da Besate, la struttura persa col tempo l’importanza  strategica militare, divenne residenza dei Visconti di Modrone, i quali nel 1759 costruirono una nuova villa lungo una delle strade principali del paese.

Oratorio di S.Eurosia
Antica chiesetta posta lungo la via principale della cittadina. All’interno antico dipinto raffigurante la Santa.

Cascina Caremma
Azienda agrituristica situata nella campagna tra il paese e il fiume Ticino, attorniata da campagne destinate a coltivazioni biologiche.

Oratorio dello Zerbo
Si trova in prossimità del Ticino, sul luogo dove nel 1630 a causa della peste venne impiantato un lazzaretto. Inizialmente fu costruita una cappelletta, ampliata poi nel 1700. Molto belli sono la Madonna raffigurata in un dipinto sull’altare e la volta della chiesetta.

La campagna
La valle che da Besate dolcemente scende verso il Ticino è molto pittoresca, intercalata da boschetti, rogge, campi, cascinali e filari di piante, mentre in prossimità del Ticino il bosco diventa fitto e intricato, interrotto solo dalle lanche del fiume.

Nel territorio di Besate verso il fiume è stato realizzato un “percorso vita” di circa 2 Km.

      Monumenti e Luoghi


La Chiesa di San Michele


Villa Visconti di Modrone

 


Oratorio di S. Eurosia


Cascina Caremma


Percorso in campagna

 

 

Manifestazioni

  Marcia di primavera: Giunta alla diciannovesima edizione, si tratta di una camminata nel Parco del Ticino, con percorsi da 6, 15 e 21 chilometri. Si svolge l’ultima domenica di aprile.
  Marcia notturna: Giunta alla settima edizione, si tratta di una camminata notturna lungo un percorso di 6 chilometri nel Parco del Ticino. Si svolge il primo venerdì di giugno.
  Feston di Luglio: Si svolge la prima domenica di luglio e festeggia la mietitura del grano. E’ una giornata dedicata ai giochi tradizionali popolari.
  Feston dè Besà: Festa del patrono Sant’Innocente, si svolge nella prima settimana di settembre con manifestazioni folkloristiche e culturali