F i e r a d i m i l a n o .i t






 

Popolazione: 4.852
(2001)
Indirizzo: via Vittorio Veneto 25
Cap: 20040
Telefono: 02/950821

   

Nonostante la profonda industrializzazione e il passaggio, ai margini del territorio, di grandi vie di comunicazione – come l’autostrada Milano-Venezia, la Statale 11 e la linea due della metropolitana – il centro di Cambiago, in una zona pianeggiante fra l’Adda e il torrente Molgora, appena a nord del Villoresi, ha ancora il volto di borgo rurale cresciuto attorno alla parrocchia.

Gli antichi palazzi patrizi denunciano i segni del tempo e anche le corti agricole sono invecchiate, ma gli abitanti conservano... Continua
 

     Da vedere:

   

Il vecchio nucleo di Cambiago, pur con notevoli rimaneggiamenti, conserva edifici che portano il nome di importanti famiglie, come il Palazzo Cottini, in via Oberdan, e la Villa Perani che forma un unico complesso con Palazzo Lattuada. Caratteristico il tessuto delle cascine agricole intercomunicanti attraverso i cortili. La parrocchiale, dedicata al patrono S. Zenone, con la facciata sull’omonima piazza e l’abside in piazza Marconi, è invece recente. È stata costruita agli inizi del secolo su una chiesa più antica ed è stata ultimata nel 1910. La facciata, da poco tempo restaurata lasciando a vista le volte di mattone, presenta un solenne aspetto rinascimentale, mentre l’interno, a tre navate, è ricco di interessanti pitture del bergamasco Davide Beghé. Interessante anche la vetrata con l’immagine stilizzata di Cristo che si trova dietro il coro. La chiesa conserva un bellissimo organo che porta la data 1848.

Un altro edificio religioso si trova nella frazione Torrazza dei Mandelli, la famiglia patrizia milanese che qui aveva fissato la residenza di campagna. È la chiesetta della Beata Vergine del Rosario (un tempo Madonna della neve). Anche Torrazza mantiene l’immagine di vecchia corte agricola e ospita alcune iniziative di carattere sportivo e ricreativo.»