F i e r a d i m i l a n o .i t





 

Popolazione: 13.893
(2001)
Indirizzo: via San Carlo 17
Cap: 20023
Telefono: 0331/423611
 

   


La Frazione Cantalupo
Borgo medievale di origine monastica, la comunità originaria era infatti dedita all'agricoltura e alla pastorizia e gravitava intorno al convento.
L'aggregazione di Cantalupo a Cerro Maggiore fu stabilita sotto Napoleone, in applicazione dell'editto di Maria Teresa del 1755. Conta attualmente circa 3.000 abitanti
 

   Da vedere:

   

Palazzo del Re

Originaria residenza di una famiglia di proprietari terrieri.
Situata nel centro storico, a pochi passi dalla piazza SS. Cornelio e Cipriano. L'ingresso principale, con cinta e cancellata monumentali, si affaccia su via Roma e dà accesso a un cortile colonnato. Il corpo principiale dell'edificio ha due corpi simmetrici laterali. Il corpo interno settecentesco del complesso prospetta ad ovest su un'area a verde pubblico. Il complesso della villa, recentemente ristrutturato, è ricco di elementi decorativi lesene, sfondati, decorazioni e colonne. E' stato recentemente ristrutturato sotto la guida della Soprintendenza ai beni architettonici.

Palazzo dell’Acqua, sede del Municipio.
La costruzione risale al XIX secolo ed era "casa di villeggiatura" dei nobili Corneliani. Strutturato con un corpo centrale, due ali laterali, la casa colonica e l'originaria cappella, racchiude due cortili interni e conserva alcuni affreschi originari sullo scalone e al piano nobile. Nel 1927 fu acquistato dalla famiglia di industriali tessili Dell'Acqua che lo destinò parzialmente ad asilo infantile. Nel 1982 il palazzo barocco fu donato al Comune, recentemente ristrutturato, ospita oggi gli uffici comunali.

Chiesa di SS. Cornelio e Cipriano
Venne edificata intorno alla metà del XVIII secolo su progetto dell'architetto G.A. Caslini di Milano. Fu poi ridefinita nella sua forma attuale negli anni sessanta, periodo a cui risale anche il vicino centro parrocchiale "Don Vittorio Branca".
La tradizione contadina vuole che il SS. Crocefisso, condotto in processione alla fine di aprile, assicuri pioggia per il raccolto.

Chiesa della Borretta
Il santuario dell'Immacolata, edificato nel 1596, prende probabilmente il nome dal luogo di costruzione. Situata a breve distanza dalla Chiesa parrocchiale presuppone, con ogni probabilità, una competizione con l'originaria confraternita del SS. Sacramento ed è dedicata alla Concezione della Beata Vergine. Restaurata negli anni novanta del XX secolo, ospita un organo pregevole che accompagna la corale locale.

Convento dei Frati Cappuccini
L'ordine dei Cappuccini, nato dall'ondata di riforma religiosa del cinquecento proponendosi di restaurare la regola originaria di S.Francesco, arriva a Cerro grazie alla donazione di Pompeo Legnani, un ricco mercante locale che consentì di porre la prima pietra nel 1583. Nel XVIII secolo sia l'antica cappella sia il convento vengono riedificati grazie alla nuova donazione di Ippolito Lampugnani. Venne abbandonata , con l'abolizione degli ordini religiosi nel periodo napoleonico, utilizzata come abitazione civile e infine riacquistata dall'ordine nella seconda metà dell'Ottocento. Verso la metà del secolo scorso, il convento era ormai in decadenza; i lavori di ricostruzione iniziarono nel 1961 con il contributo, questa volta, della popolazione di Cerro.

Chiesa Visitazione di Maria dei Frati Cappuccini
Edificata nel 1590, restaurata a metà degli anni '60. Vi fu conservata la salma (trafugata dal cimitero Maggiore di Milano) di B. Mussolini tra il 23 Aprile '46 e il 29 Agosto '57, quando fu restituita alle Autorità Italiane.

Cappella S. Clemente risalente al XIII secolo.

Chiesa di San Bartolomeo nella frazione di Cantalupo.

Villa dell’Acqua, sede della biblioteca.

Archivio Spinelli, che contiene i documenti storici e le mappe inerenti il Comune di Cerro.

 

      Monumenti e Luoghi

 


Chiesa dei S. Cornelio e Cipriano

   

 

   

Chiesa di San Bartolomeo