F i e r a d i m i l a n o .i t





 

Popolazione 16735
(2001)
Indirizzo: via Carlo Cattaneo 25
Cap: 20011
Telefono: 02/972041

   
Le origini del paese risalgono al periodo celtico (VIII sec. a.C.) durante il quale Corbetta è uno dei "pagi", tipica istituzione economico-politica, della popolazione gallica. Il villaggio passa poi sotto la dominazione romana, assume il nome di "Curia Picta" e si trasforma grazie alla politica di espansione commerciale che poco a poco logora la struttura tribale esistente.
La diffusione del cristianesimo nell'agro milanese si attua nel V sec. d.C. ed investe anche il nostro paese, come testimoniano i resti della basilica paleocristiana ritrovati durante gli scavi dei 1971 nella Collegiata. I secoli successivi vedono alternarsi sul nostro territorio prima i Goti (VI sec.) poi i Longobardi (VII, VIII sec.). Ai Longobardi successero i Franchi, scesi in Italia per aiutare il Papa contro il re longobardo Desiderio.
"Curia Picta" secondo la denominazione longobarda, che da questo momento diviene possesso dell'arcivescovo di Milano Ariberto d'Intimiano sotto il nome di "castrum Sancti Ambrosii".
...Continua

 

      Da vedere:

   
Museo privato Pisani Dossi
Artista poliedrico vissuto alla fine dell’800, CARLO ALBERTO PISANI DOSSI si occupò di letteratura. Molto vicino alla “scapigliatura milanese” e attento osservatore della realtà italiana di quegli anni fu anche giornalista, archeologo e diplomatico.
Consolidatosi in fama e stima da parte degli studiosi e da interessati visitatori, il museo si compone di una copiosa raccolta di reperti di scavo e di arte precolombiana, etrusca, ellenistica e romana, i cui reperti risalgono a scavi eseguiti dallo stesso Pisani Dossi, anche presso Albairate e Cisliano. Inoltre sono esposti codici, pergamene e manoscritti di antichissima data anche questi raccolti personalmente dal Dossi ed esposti nelle sale di questa villa riedificata nell’800, in base ad uno stile rinascimentale quattrocentesco. Si trova nel centro cittadino in via Francesco Mussi n. 38. Possibili visite su appuntamento.

Palazzo Brentano Carones
Stupendo palazzo edificato tra il 1732 ed il 1737 dall’architetto Francesco Croce, riccamente  affrescato nelle sale interne dal Borroni e dal Mattia Bortoloni. Oggi è sede di un istituto scolastico privato ed ospita i concerti degli Amici della Musica. Si trova in via San Sebastiano. Per informazioni tel. 0297271535.

Palazzo Manzoli

 

Già Palazzo Borri, antichissima famiglia corbettese, i cui avi parteciparono alla prima Crociata.
La villa fu costruita nei primi anni del ‘700 utilizzando materiali di recupero del locale Castello di S.Ambrogio demolito nel 1650. E’ un vero gioiello architettonico in cui si fondono vari stili dal rococò al neoclassico. All’interno troviamo affreschi, rilievi, stucchi, specchiere, camini, stemmi araldici, mobili e soprammobili di buon gusto. All’esterno un vasto parco cinto da mura. L’ingresso si trova sul lato meridionale di Piazza del Popolo.


Il castelletto di San Vittore
Non si conosce la data in cui fu costruito, ma si sa della sua esistenza fin dal IX secolo. Corrado II il Salico lo occupò nel 1037, mentre il secolo successivo il Barbarossa lo incendiò. Dal XV secolo l’importanza del castello andò scemando, i materiali vennero utilizzati per la costruzione di altri edifici e gli avanzi vennero rimaneggiati alla fine del secolo scorso dai conti Frisiani e restaurati negli anni sessanta. E’ visibile dall’esterno dalla Piazza Corbas. 

Piazza Corbas
Bella e spaziosa piazza nel centro cittadino attorniata dalle mura di cinta del castelletto e dalla fiancata della Chiesa di San Vittore. 

Villa Frisiani Olivares Ferrario
Attuale sede del comune. Costruita nel ‘700 è una sorta di piccolo articolato museo, grazie ai suoi affreschi, soffitti a cassettoni, pavimenti lignei, pitture allegoriche, mitologie, cornici, volte, realizzate nel corso degli anni da un continuo viavai di artisti e decoratori.  
Sul retro e a levante della villa si estende uno splendido parco inglese ricco di diverse essenze vegetali, con un laghetto ponticelli e scalinate.   

Piazza del popolo
Si trova in fondo a Corso Garibaldi, in pieno centro storico. Ai suoi lati la Basilica di S.Vittore e la Villa Borri  Manzoli. 

Collegiata di San Vittore
Si trova in piazza del Popolo. Costruita sul luogo di un’antica ara pagana, la prima edificazione della chiesa è di epoca paleo-cristiana (V-VI sec.) e attraverso i secoli ha subito continue demolizioni, crolli e altrettante ricostruzioni. Dotata di un portale stupendo, ricco di formelle, rilievi, fregi e capitelli. In questo momento sono in corso dei restauri alla facciata e al campanile.  

Santuario della Madonna dei Miracoli

Inserita nel percorso giubilare, questa chiesa costruita dove precedentemente esisteva l’oratorio di S. Nicolao del XII secolo è stata eretta a santuario nel 1556, l’anno dopo il miracolo, e successivamente ampliata a partire dal 1620. Nel XVIII secolo l’architetto Francesco Croce aggiunse il santuario superiore dove si trova l’importante affresco della “Vergine in trono” dipinto nel 1475 da Gregorio Zavattari. La tradizione riporta che il primo miracolo avvenne giovedì 17 aprile 1555, quando il Bambino scese a giocare con tre ragazzi, ed in seguito, miracolato, uno di questi, sordomuto dalla nascita, corse verso il paese gridando e piangendo, guarito. Da quel momento la chiesa divenne meta di pellegrinaggi e numerosi furono i miracoli.
Per questo Papa Paolo IV denominò la Vergine di Corbetta, Madonna dei Miracoli.
Altre opere di notevole valore artistico sono qui custodite come il ciclo degli affreschi seicenteschi ispirato alla vita di san Mona e quelli tardo cinquecenteschi raffiguranti episodi della vita di Gesù. 

Oratorio della Beata Vergine Maria di S.Ambrogio
Detta il Santambrogino, fu costruita nel 1667 su un piccolo oratorio già esistente sovrapposto alle fondamenta di una villa rustica romana. Anche la via S.Ambrogio che vi conduce fu costruita nel ‘600. 

Villa Frisiani mereghetti
Da un progetto di Francesco Maria Richini, fu costruita su un preesistente edificio quattrocentesco. All’interno suggestivi affreschi attribuiti a Giovanni Stefano e Giuseppe Montalto. 

Villa Massari
Con annesso parco, risale alla metà del XVII secolo. 

Cerello - Battuello - Soriano
Tutta l’area a sud dell’abitato di Corbetta è ricca di fontanili, cascinali, rogge e boschetti. Pittoresche e di pregio naturalistico sono le stradine che percorrono queste campagne e uniscono le citate frazioni in cui si possono scoprire ottime trattorie e piacevoli localini.
 

      Monumenti e Luoghi

 


Piazza Madonna   


Palazzo Brentano
 

                   

 


Villa Frisiani Merenghetti


            Palazzo Manzoli

 

Manifestazioni

 Falò di S.Antonio Si fa il 17 gennaio, con festa  e distribuzione di dolciumi e vin brulè;
 Festa di S.Giuseppe E’ una ricorrenza religiosa che si svolge il 19 marzo alla cascina Castellazzo.
 Festa del Perdono Si celebra il giovedì e la domenica successivi alla Pasqua. Si tratta di una ricorrenza religiosa unita a manifestazioni fieristiche e ad una rassegna gastronomica.
 Passeggiata fra le ville
 di Corbetta
Visita guidata e concerti. E’ l’unica possibilità per accedere alle visita della maggior parte dei giardini delle ville.
 Festa delle bandiere Si svolge in settembre ogni 5 anni ed è caratterizzata da sfilate in costume.

 Durante le manifestazioni che si succedono nel mese di maggio è possibile
 visitare la maggior parte delle ville di Corbetta che per
 l’occasione rimangono aperte, così come il Museo Pisani-Dossi.