F i e r a d i m i l a n o .i t






 

Popolazione: 31.551
(2001)
Indirizzo: piazza 5 Giornate 5
Cap: 20051
Telefono: 02/99097259

   
Il Comune di Limbiate si estende dal lembo orientale delle Groane fino alla valle del fiume Seveso, per un’area di kmq 12,39. Confina a nord con i territori dei Comuni di Ceriano, Bovisio; ad est con quello di Varedo; a sud con Senago; con Cesate e Solaro.
Si ascende, da Pinzano, collocato a m 176 sul livello del mare, attraverso Limbiate a m 187 sul livello del mare, fino a raggiungere l’altitudine di m 209 a Mombello. Limbiate vuol dire presumibilmente, limite, limite cioè delle Groane.
Mombello è composto dal nome “monte” troncato, e dall’aggettivo “bello” , ad indicare che la località sorge su un sopralzo del piano, da cui lo sguardo spazia con una bella vista.
Pinzano dagli studi è ricondotto all’aggettivo “Plantianus” , originato dal nome proprio latino Plantius: quindi significa fondo della gens Plantia. E’ spontaneo domandarsi perché questo spazio, che dal declivio collinare si estende ai terreni alluvionali della vallata del Seveso, abbia richiamato dall’antichità abitatori.

Tale territorio da un punto di vista geologico comprende tre fasce:

  • Il lembo orientale delle Groane;

  • Il terreno coltivabile che dal piede delle colline si estende per due o tre fasce;

  • Una zona sabbiosa più vicina al Seveso.  

      Da vedere:

   


Villa Crivelli
Villa Caponago
Villa Mediolago
Ospedale Psichiatrico Mombello
Chiesa di S. Giorgio (p.za Solari)
Chiesa di S. Giorgio (p.za Radaelli)
Chiesa di SS Cosma e Damiano
Chiesa di S. Francesco
Grotta di Lourdes

 

Villa Crivelli
La Villa, risalente al 14° secolo, è la più celebre di Limbiate. S’impone allo sguardo di chi percorre la Comasina e sorge sul ciglio collinare delle Groane allungandosi/allargandosi verso la valle del Seveso.  I Crivelli, a metà del '700, ebbero il gusto di mutare il palazzo-fortezza dai Pusterla-Arcornati in una squisita villa che Napoleone preferì a quella Reale di Monza, come sede della sua corte, durante la campagna d'Italia. Allora, la Villa fu spogliata del bastione che la recingeva, alleggerita con ornamenti e linee disposte su quattro piani. La forma è quella a U, con le ali congiunte da un leggero porticato, che racchiude un cortile interno. La facciata guarda a levante ornata da due torri appena sporgenti sul tetto. Tale prospetto elegante sembra abbassarsi sino ai piedi della collina, per via delle terrazze degradanti, che conducono al vasto parco-giardino rivolto alla Comasina. Attualmente è la sede dell’istituto tecnico di agraria.

Villa Mediolago
La Villa fu costruita, su una delle colline più panoramiche del Paese, probabilmente nella seconda metà del ‘700 ed appartenne originariamente alla famiglia Benussi.
Il lato destro della villa è affiancato da una vasta corte con aia; a sinistra si allarga un vasto parco-giardino, (suddiviso in due corpi intersecantisi a linee geometriche); a ovest si trovano dei laghetti. La villa ha una forma elegante nel solito schema settecentesco ad U. Le ale sono simmetriche, a due piani. Il primo piano a cui si accede per uno scalone a due rampe è occupato dall'ampio salone da ballo; il secondo si alza in una leggera sagoma che traccia un arco nel tetto. I soffitti delle sale sono a cassettoni dipinti.
Probabilmente, in un prossimo futuro, la Villa diverrà un lussuoso ristorante.

Villa Caponago
La Villa rivela un rifacimento settecentesco vicino al gusto neo-classico. La fronte è segnata da delle linee del bugnato che ne delimitano i vari corpi. Il pianterreno si apre in un bel portale arcuato, il quale, al piano superiore, presenta una balconata; mentre sul retro della Villa vi è un porticato d’archi che s’affaccia su un piccolo parco-giardino.

Ospedale Psichiatrico di Mombello
Nel 1863 la Deputazione Provinciale di Milano acquistò la Villa Crivelli e le terre lungo il dorsale della collina per destinarle a succursale dell’istituto milanese come ospedale degli alienati mentali. Verso gli anni Ottanta vennero costruiti i padiglioni destinati a ospitare i malati che pian piano aumentarono. Infatti nel 1911 l’ampliamento edilizio toccò il suo culmine, con la costruzione dei “Padiglioni aperti” sul versante della collina che guarda Limbiate e che arriverà a ospitare nel corso del Novecento, circa tremila malati.
Ora nell’edificio risiedono solo i malati gravi, attualmente circa 300, mentre ad altri viene dato un alloggio adeguato alle loro esigenze ed altri ancora vengono trasferiti in ospizi.

Chiesa S. Giorgio (di Piazza Solari)
La piccola parrocchia di S. Giorgio sorge, agli inizi dell’’800, su una piccola elevazione del terreno, vicino alle Groane. La facciata guarda a occidente, mentre l’abside ad est, secondo l’antico modo di orientare le chiese. Il tetto, coperto di tegole, è ornato di un soffitto in tavole di legno disposte con gusto d’arte, mentre il pavimento è rivestito di mattonelle e parte solo da lastricato. La navata verso il mezzo è divisa, trasversalmente, da un basso muro che lascia aperto in mezzo un varco: una sezione serve agli uomini, l’altra alle donne. Tale muro venne successivamente abbattuto dietro ordine di San Carlo Borromeo.

Chiesa di S. Giorgio (di Piazza Radaelli)

Il progetto della chiesa fu proposto da Don Radaelli nel 1923 in sostuituzione di quella più piccola di Piazza Solari, mentre i lavori iniziarono solo nel 1931.La chiesa è in stile gotico o meglio in falso-gotico; è spoglia per esigenze architettoniche e risulta grigia e fredda in assenza di luce e del calore proveniente dalle ampie vetrate luminose e colorate. All’interno si presenta divisa in 3 navate da dodici colonne di granito rosa ed è dominata da un altare maggiore e di altri minori in ogni cappella delle navate laterali. Nel 1949 iniziarono i lavori per la costruzione del campanile che venne poi inaugurato nel 1950.

Chiesa dei SS Cosma e Damiano (Quartiere Pinzano)

La chiesa di Pinzano, risalente al XII secolo, sorge in un luogo discosto dalle case, lungo la via principale, di fronte al cimitero. Come la Chiesa di San Giorgio è antica e di dimensioni ridotte.Originariamente la navata era occupata dal solo altare maggiore, sormontato da una specie di scudo; il soffitto era ricoperto di legno ed il pavimento di lastre pietra; il muro, invece, era di colore bianco. Non si levava alcun campanile, ma una modesta campana pendeva da due pilastrelli sporgenti sul tetto

 

 

Chiesa di S. Francesco (Quartiere Mombello)

Sorta, nella seconda metà del ‘700, come semplice cappella non aperta al pubblico diviene poi chiesa aperta al pubblico. La chiesetta, costruita con decoro ed eleganza, in stile barocco, è sobria nelle sue decorazioni e minuscola nelle sue proporzioni/dimensioni. Presenta affreschi di buona fattura raffiguranti San Francesco D’Assisi, Carlo Borromeo e Santo Stefano Martire. E’ una delle chiese più note poiché vi si celebrarono le nozze di Napoleone Bonaparte e delle sue sorelle.

Grotta di Lourdes (in Via Fratelli Cairoli)
Sorge nel 1902 in onore della nascita della Madonna di Lourdes ed è una copia della Grotta omonima, in Francia.Inizialmente era circondata da una cancellata in ferro e da un piazzale in terra battuta, ma successivamente alla restaurazione la cancellata fu tolta e la grotta ora presenta al centro un bell’altare dietro il quale spicca un’ostia d’oro. Ogni anno viene organizzata la Giornata Lourdiana.
 

      Monumenti e Luoghi

 



Chiesa del Sacro
Cuore


Chiesa di S Giorgio   


Chiesa dei SS Costa e Damiano 

 

Manifestazioni

 

Settembre
Festa Patronale dei SS Costa e Damiano 

 

MERCATO

Giorno: Martedì
Luogo: Piazza della Repubblica
Piazza Aldo Moro

Giorno: Sabato
Luogo: Piazza W. Tobagi

CARNEVALE
Manifestazione in Piazza della Repubblica e nelle vie del centro accompagnata da balli, canti e sfilate in maschera; le frazioni del paese si contendono il premio per il carro più bello.

SAGRA DEL PAESE
Si tiene la domenica precedente delle Palme. Si tratta si una manifestazione religiosa con divertimenti vari e le giostre.

SAGRA DELLE ORECCHIETTE – SAGRA D’ESTATE:
Si tengono nel mese di Giugno. La prima è organizzata ogni anno dalla comunità di Sant’Agata di Puglia ed è un’ottima occasione per partecipare a grandi scorpacciate e incontri con amici. La seconda si svolge nell’oratorio maschile, dove si mangia, si balla e si canta.

LIMBIATESTATE
Si svolge da fine Giugno a fine Agosto nei quartieri di Villaggio Giovi, Mombello e Limbiate centro. Il programma comprende interessanti rappresentazioni cinematografiche dell’anno in corso e appuntamenti musicali con gruppi e solisti che accompagnano le calde serate estive. Inoltre comprende bancarelle in alcune vie del paese.

FESTA DI SANT’ANTONIO
Si svolge nel mese di Giugno a Mombello, più precisamente nella sede della Villa Crivelli e nella chiesa di San Francesco, per festeggiare le nozze di Napoleone e delle sorelle. In occasione vi è una sfilata per rievocare la ricorrenza.

FESTA DELLA MADONNA DEL ROSARIO
E’ una festa religiosa popolare che si svolge con manifestazioni varie fra musica, mostre, ecc

FESTA DI LIMBIATE – FESTA DEL BESTIAME
Tenute il medesimo giorno, la prima festeggia il patrono del Comune e si svolge in Piazza Tobagi con giostre, la seconda si svolge in Piazza della Repubblica con mostra degli animali, bancarelle con prodotti artigianali e lotterie.

SCORRIBANDE
E' una "tre giorni" di concerti Rock, tenuti durante l'estate, dove si esibiscono gruppi underground emergenti che concorrono alla manifestazione per vincere un a somma di denaro. Ogni sera dopo le esibizioni suona un gruppo fuori concorso molto noto.