F i e r a d i m i l a n o .i t






 

Popolazione: 11.596
(2001)
Indirizzo: via Roma 5
Cap: 20056
Telefono: 02/909331

 

   
Distanza da Milano: 33 Km.
Distanza da Bergamo: 18 Km.

Strade:
Autostrada A4 Milano - Venezia (uscita casello di Trezzo S/A)
s.p. Monza - Bergamo

Confini
superficie: 13 Kmq
confini: Capriate San Gervasio, Vaprio d’Adda, Grezzago, Roncello, Busnago, Cornate.

I Celti furono probabilmente gli iniziali abitanti del luogo, che viene citato per la prima volta dallo storico Polibio come terreno di una importante battaglia tra i Romani e i Galli nel 222 a.C.
Dopo la dominazione romana, Trezzo passò sotto i Longobardi, la cui presenza è testimoniata da cinque tombe ritrovate in località San Martino. Fu in questo periodo che venne decisa la fortificazione della rupe sull’Adda, dando così vita alla prima rocca di Trezzo, voluta secondo la tradizione dalla regina Teodolinda. Successivamente il paese passò sotto la signoria dei Visconti che ne fecero uno dei capisaldi del loro sistema difensivo.

 

      Da vedere:

   


Il Castello Visconteo
Video
tratto dal sito della provincia di Milano

 


Il Castello Visconteo è una delle "meraviglie" di Trezzo sull'Adda e sicuramente il simbolo della città, borgo di origini antiche (IV-III secolo a.C.) situato a nordest di Milano. Fu costruito nel 1300, per volere di Bernabò Visconti, accanto aduna rocca che la tradizione vuole edificata dalla regina Teodolinda. Questa fortificazione è stata testimone di una storia tormentata, di cruenti lotte e di conquiste, che vide protagonisti il Barbarossa, i Torriani e i Visconti. Proprio in questo luogo misterioso morì Bernabò, per mano del nipote Gian Galeazzo. Oggi dell'imponente castello rimane la torre a pianta quadrata, alta 42 metri, il pozzo fatto costruire nel 1400 dal casteflano Vercellino e i suggestivi sotterranei. Del coevo ponte sull'Adda, utilizzato per trent'anni prima di essere distrutto nel 1416 dal Carmagnola, sono ancora visibili la spalla e l'attacco.

parco: tutti i giorni h.9.00-19.30; in estate, in concomitanza di eventi culturali, aperto fino a mezzanotte. Visite guidate ai sotterrranei, torre, parco e tomba longobarda: per gruppi tutto l'anno previaprenotazione; visite individuali marzo-ottobre, tutti i pomeriggi delle dom e festivi, visite notturne su prenotazione.


Per informazioni e prenotazioni: PRO LOCO TREZZO – Via C. Biffi, 4 , tel. e fax. + 39 02 9092569


La chiesa parrocchiale
di origine medioevale, è dedicata ai Santi Gervaso e Protaso e risale al XV secolo. Al suo interno conserva affreschi giotteschi nella cappella del Crocifisso, alcune pitture e un bassorilievo di pregio. La chiesa di San Rocco ricostruita nel '700 su una preesistente cappella poi completamente restaurata nei primi anni Ottanta.

Il Santuario dedicato alla Madonna

 

A Concesa, frazione di Trezzo in stile barocco sorto nel 1641 sul luogo di una apparizione miracolosa e la chiesa parrocchiale, neogotica con pianta a croce latina con tre altari. Accanto alla parrocchiale, dedicata all'Assunta, si può ammirare la vecchia chiesa con un bel campanile Romanico e la piccola canonica.


L'Abbazìa di San Benedetto
dove, murata nell'abside nel 1925, è stata ritrovata una statua del Santo di fattura romanica (XI - XII secolo). Il monastero, oggi, è una cascina.


Le chiese a Concesa

Nel sec. XII Concesa era un castello arroccato a picco sul fiume, alcune case padronali, una chiesa parrocchiale (1155) dedicata alla Vergine Assunta e un oratorio dedicato a S. Nazario. Nel 1520 viene inaugurata la nuova chiesa parrocchiale al posto di queste strutture crollate sotto il peso degli anni. Dopo alterne vicissitudini, da una Cappelletta sorta per devozione alla Madonna attorno a una fonte miracolosa, per volere del cardinale Cesare Monti, nasce il Santuario, dedicato alla Divina Maternità di Maria S.S. (1641), e affidato dallo stesso all'Ordine dei Carmelitani Scalzi di Santa Teresa.
Nel 1642 il Cardinale acquista un terreno lungo il naviglio Martesana per il "novo Monasterio" per i Padri Carmelitani. Progettisti gli ingegneri Francesco Maria Richini e Carlo Buzzi (già impegnati nella fabbrica del Duomo di Milano

Le Ville
Trezzo sull'Adda ha sul suo territorio molte ville patrizie. Le più antiche e interessanti, si trovano lungo il fiume Adda ai margini del borgo medioevale. Villa Gardenghi di stile tardo rinascimentale, oggi sede della Biblioteca comunale "Alessandro Manzoni" e della Casa della Cultura, è circondata da un grande parco che digrada verso l'Adda. Casa Bassi, costruita come casamatta del Castello Visconteo, risale al XV secolo e nel cortile conserva ancora un pozzo fatto costruire dal castellano Vercellino verso la fine del'400. Due sono le Ville Appiani. Una è sede del Municipio, l'altra dell'Albergo Trezzo.
Villa Cavenago, del '700, conserva ancora intatta la sua struttura ed è arredata con mobili d'epoca del '700 veneziano.
L'ottocentesca Villa Gina a Concesa, è costruita su un promontorio di fronte al santuario. Ora è di proprietà del Comune e Sede prestigiosa del Parco Adda Nord.

_______

La zona del lungo fiume offre la possibilità di godere di un ambiente naturale tra i più interessanti della Lombardia, caratterizzato da una ricca flora e fauna tipica del sottobosco e del bosco.
L’Alzaia è chiusa al traffico automobilistico e dotata di strutture ricreative e sportive fra cui il centro per il canottaggio.
È possibile noleggiare biciclette lungo il fiume e portare canoe e kayak per effettuare escursioni. In località Ronda Nera è stato predisposto un percorso Robinson per l’esercizio fisico e la ginnastica dolce. Nelle vicinanze, si trova anche una palestra di roccia in salita libera.
 

      Monumenti e Luoghi

...
Villa Gina
 


Villa Gargantino

 


Centrale Taccani
 


Cascina Rocca

 

 


Il Borgo

                                                               
Manifestazioni

  Il mercatino dell'usato e dell'hobbistica
si svolge ogni quarta domenica del mese(ad eccezione di gennaio e agosto) in piazza Nazionale dove espongono mediamente 40 banchetti. Il mercatino apre alle ore 9 e termina alle 18.30.
Per prenotare lo spazio è possibile telefonare in Pro Loco allo 029092569
tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 12.00

Mostre d’arte al Castello.
Da marzo a novembre.

Carnevale.
Sabato grasso sfilata del fantoccio "Il Carnevale del Povero Piero", carri allegorici a tema. Rogo sul fiume Adda con musica e fuochi d’artificio.

Luci d’Estate.
Proiezioni di film al Castello; al Castello Visconteo Festival nazionale e internazionale della danza "Adda danza"; Villa comunale Musica e Danza; manifestazioni natalizie: concerti nelle chiese.

Sagra di Trezzo.
Ai primi di ottobre, manifestazione "Lo Scudo dell’Adda" con gare, spettacoli e rievocazioni storiche in costume d’epoca. Percorso tra sapori, aromi naturali, costumi e tradizioni.