F i e r a d i m i l a n o .i t





 

Popolazione: 25.536
(2001)
Indirizzo: piazza Unità d'Italia 1
Cap: 20059
Telefono: 039/66591

   
Il comune di Vimercate, in Provincia di Milano, è situato a nord-est del territorio provinciale.
E` posto all'estremità meridionale della Brianza, quasi al confine con le Province di Lecco e di Bergamo.

Il suo territorio confina con quello dei Comuni di Arcore, Usmate Velate, Carnate, Bernareggio, Sulbiate, Bellusco, Ornago, Burago, Agrate Brianza e Concorezzo.

Dal punto di vista geologico, il territorio del comune di Vimercate, situato nel bacino idrografico del Molgora, appartiene alla pianura terrazzata di origine fluvio-glaciale costruita con i materiali provenienti dagli apparati morenici quaternari dislocati più a nord.
Mentre a sud del territorio comunale si estende la pianura costituita dalle alluvioni del diluvium recente, a nord sono presenti tre depressioni vallive: la valle di Ruginello-Oldaniga, quella del Molgora, quella della zona ad Ovest di Oreno.
Queste tre valli separano tre piani terrazzati posti a quote più elevate: il lembo Cascina Gariola-Gargantini, il lembo San Maurizio-Oreno, il lembo Oldaniga-Moriano.
In quest'ultimo terrazzo, e precisamente nella sua zona più settentrionale verso Passirano, sono presenti terreni altimetricamente più elevati, appartenenti al
diluvium antico.
L'altitudine sul mare varia così da 209 a 175 metri.

 

      Come arrivare

   
Vimercate è facilmente raggiungibile in automobile in quanto collegata al sistema autostradale dalla Tangenziale Est Milano, che nella città presenta ben tre uscite: Vimercate Sud, dove avviene il collegamento con la Strada Provinciale n. 2 Monza-Trezzo, Vimercate Centro, l'uscita per i principali servizi tra cui l'Ospedale Civile, Vimercate Nord che conduce alla frazione di Velasca e al quartiere di S. Maurizio.

Il collegamento con Milano è assicurato dal servizio di autobus che, partendo da Piazzale Marconi, conducono al capolinea della Linea Metropolitana 2 di Cologno Nord.
Il servizio di trasporto per Monza ad ovest e per Trezzo sull'Adda a est è garantito da una linea di autobus gestita dalla ATM.

Per Vimercate non transita alcuna ferrovia, ma le stazioni delle Ferrovie dello Stato di Carnate e di Arcore sono poste a pochi chilometri di distanza
 

    
       Da vedere:

   
Chiesa di San Michele

L'attuale chiesa parrocchiale di Oreno venne edificata su una precedente chiesa documentata dal secolo XVI.
L'edificio, che nel Settecento subì vari interventi, venne poi ristrutturato ed ampliato da Giacomo Moraglia nel 1856, con una rilettura in chiave neoclassica della facciata e dell'interno a tre navate, dove sono presenti due cappelle laterali, dedicate alla Vergine e a San Giuseppe




Villa Borromeo

La villa si presenta con una struttura a blocco, sormontata dalla piccola torretta con loggia panoramica alla sommità.
Venne edificata nel XVI secolo, risistemata tra il Sei e il Settecento e ripresa ancora durante l'Ottocento con integrazioni e modifiche eclettiche in stile neorococò.
All' interno sono presenti raffinati ambienti, con decorazioni e arredi del XVIII e del XIX secolo.
L'edificio è inserito in uno splendido giardino, che sommato al contiguo parco della Villa Gallarati Scotti crea una vasta zona a verde nel cuore di Oreno. L'originario impianto all'italiana del giardino, con parterre geometrici e viali prospettici, è stato per buona parte trasformato nell'Ottocento, quando il giardino venne riprogettato secondo un disegno paesaggistico all'inglese

Villa Gallarati Scotti

Lo stupendo edificio barocco, documentato dalle illustrazioni pubblicate da Marc'Antonio Dal Re nel suo libro Ville di delizia, venne profondamente trasformato in forme neoclassiche tra la fine del Settecento e l'inizio dell'Ottocento dall'architetto Simone Cantoni. Dello schema precedente la villa ha mantenuto l'ampia corte anteriore ad U, con le ali laterali di servizio più basse, chiusa verso la piazza di Oreno da un ingresso monumentale del 1806, con due tempietti laterali di forme classiche, dei quali quello di destra adibito a cappella privata.

Oratorio dell'Addolorata

Al centro dell'antico nucleo abitato di Ruginello è posto il settecentesco Oratorio dell'Addolorata.

Edificato in stile barocco, presenta un'elegante facciata scandita in due ordini da una cornice marcapiano con una mossa andatura, sopra il portale d'ingresso.
L' interno, caratterizzato da una navata coperta da volta a botte e presbiterio quadrato con angoli smussati, presenta un coerente apparato decorativo settecentesco, costituito dalla pala dell'altare maggiore raffigurante il Compianto su Cristo morto, e dalle tele con le Stazioni della Via Crucis, distribuite a gruppi di tre sulle pareti della navata e del presbiterio, entro cornici curvilinee in gesso dorato
 

Casino di Caccia Borromeo

Convento di San Francesco
Posto ad est del nucleo antico, domina l'ampia e tuttora coltivata zona verde circostante.
Edificato nella
prima metà del XIII secolo, il convento nei secoli successivi vide vari ingrandimenti: all'inizio del Quattrocento è documentata una cappella dedicata a San Nazaro, nel XV secolo venne edificato il nuovo convento, a quadrato perfetto, di fianco all'attuale sacrestia, mentre nei primi anni del Cinquecento la Schola della Beata Vergine costruì una cappella dedicata all'Immacolata Concezione. Nel 1769 un decreto di soppressione ne causò la chiusura ed il trasferimento nel vicino convento dei Francescani di Vimercate, i quali soltanto alla metà del Novecento ritornarono a Oreno.
Al convento si accede ora da una strada in leggera salita, con una doppia porta d'ingresso ad archi che introduce nella piazza, su cui si affaccia la chiesa di San Francesco, elegante esempio di architettura provinciale del XVII secolo. La facciata, mossa da motivi curvilinei, presenta entro nicchie belle statue barocche; il campanile, seicentesco e fornito di cella campanaria del secolo seguente, è stato restaurato nel 1982.
Di impianto cinquecentesco è invece il chiostro, costituito da un doppio ordine di logge ad arco, con colonne in pietra al piano terreno cui corrispondono pilastri in muratura al secondo. L'armonioso insieme è una raffinata interpretazione dell'architettura milanese del primo manierismo.

Ponte San Rocco

Il complesso, forse il più noto di Vimercate, è interessante per la duplice funzione svolta di ponte sul torrente Molgora e contemporaneamente di porta del borgo medioevale.

Si fonda su un ponte romano del III secolo d.C., cui soltanto nel XII secolo venne sovrapposta una porta difensiva, quella occidentale, citata per la prima volta nel 1153 come Porta de Moriano, più bassa della struttura attuale. Nel XIV secolo fu eretta la porta orientale e sopraelevata quella verso il borgo, portando il complesso vicino all'aspetto attuale.
Nel corso dell'Ottocento venne interrata l'ultima arcata orientale, mentre il ponte divenne oggetto di stampe e illustrazioni, grazie al diffondersi del gusto neogotico della cultura romantica; da questo periodo la sua immagine sarà il simbolo dell'identità cittadina di Vimercate


Villa Santa Maria Molgora
 

Monumenti e Luoghi


Via Cavour

Ponte S Rocco
 


Santuario della Beata
Vergine del Rosario


Villa Sottocasa

Manifestazioni

 

  Lungo la Via Cavour e in altri spazi del centro storico si tiene a gennaio la festa che si conclude con il falò

L'antica Fiera di S. Stefano dedicata al patrono della città che ha luogo il 3 agosto

Nata nel 1968, la Sagra della patata coinvolge l'intero borgo di Oreno a cadenza biennale nel mese di settembre